mercoledì 19 novembre 2014

P4C - L'OSPEDALE DELLE BAMBOLE

Circle Time!
E' l'ora del Cerchio, è l'ora della Philosophy for Children

LA LETTURA DEL TESTO-PRETESTO


LA FORMULAZIONE DELLE DOMANDE
E L'ASSOCIAZIONE ALLE DOMANDE


  • Cosa fa una bambola? (Alessio)
  • Ma le bambole come fanno a essere vere? (Vittoria, Matilde, Gaia, Anita, Nicole, Edoardo, Sara, Alessio, Emanuele, Noemi, Martina, Alessandra F, Maria)  12
  • Le bambole non sono vere? (Marco)
  • Ma le bambole si muovono? (Maria)
  • Perché le bambole non possono avere i capelli? (Sara, Vittoria, Dafne) 2
  • Perché le bambole dobbiamo muoverle noi e non si muovono da sole? (Marco)


IL PIANO DI DISCUSSIONE
Come fanno le bambole a essere vere?




 IL DIALOGO
  • Gaia: se le bambole non sono vere, allora fai finta che siano vere
  • Martina: le bambole, se vuoi, possono essere anche vere, per te
  • Dafne: le bambole per noi possono essere vere o finte
La facilitatrice fa notare che ci sono due bambini che non stanno partecipando e stanno disturbando tutta la Comunità. Chiede loro se sono disposti a smettere di disturbare, e loro dicono di sì.
  • Mattia B: io penso sempre che le bambole possono essere miei amici
  • Mattia C: anch'io!
  • Maria: io ho tante bambole. Visto che ho tante bambole allora preparo il tavolino piccolino e ci metto tazzine e piattini
Facilitatrice:  vuoi aiutare tutta la Comunità  a capire quale è stato il tuo pensiero per  collegare quello che hai appena detto con la domanda: "ma le bambole sono vere?"
  • Matilde: la tua risposta sembra che non c'entri nulla
  • Maria: le bambole per me sono vere! Perché ci sono io, e le bambole sembra che siano piccole piccole...
  • Gaia: secondo me Maria vuole dire che le bambole sono una grande cosa per lei
  • Maria: (annuisce con la testa con convinzione)

  • Alessandra R: per me le bambole sono una cosa vera
Facilitatrice: Fino a questo momento è stato detto che le bambole sono una cosa vera, allora la domanda potrebbe diventare: "Cosa è una cosa vera?"
  • Gaia: una cosa vera è una cosa che esiste
  • Mattia C: le bambole che aspetto hanno per esistere? 
Facilitatrice: chiariscici cosa intendi per "esistere". Essere "vere"?
  • Mattia C.: sì, per essere vere
Facilitatrice: Chi vuole aiutare la Comunità a rispondere a questa nuova domanda?
  • Gaia: una cosa che esiste vuol dire che c'è in questo mondo
  • Alessio: cosa sono le bambole?
  • Mattia C: se una cosa esiste, vuol dire che ha tanti amici in questo mondo, nel suo pianeta
  • Alessandra R: la bambola per noi è una cosa vera
  • Mattia B: la bambola può essere anche un uomo?
Facilitatrice: intendi se può essere fatta come un bambolo, oppure se una persona può essere un bambolo?
  • Mattia B: così, vai... Un uomo può essere un bambolo?
Facilitatrice: ...ma su questa ultima domanda dobbiamo purtroppo fermarci senza dare ancora nessuna risposta, perché il nostro tempo sta per finire e dobbiamo passare all'ultimo passo di questo Cerchio: la valutazione.




LA VALUTAZIONE
Alla domanda: "la Comunità ha trovato piacevole e si è divertita durante  questo cerchio di oggi?" tutti hanno risposto di sì

Alla domanda "La Comunità pensa di saperne di più sull'argomento di cui abbiamo parlato rispetto a prima di parlarne?" tutti hanno risposto di sì.

Alla domanda "Come hanno fatto il loro lavoro le facilitatrici oggi?" la Comunità ha risposto che l'hanno fatto bene, che sono state brave, perché hanno lasciato parlare tanto i bambini.


Nessun commento:

Posta un commento